Favorire lo sviluppo del linguaggio musicale - consiglio 6.

"L'importanza dei silenzi"

Ricordo che uno dei miei docenti, un giorno, mi disse "il silenzio è il luogo in cui i suoni ascoltati esternamente trovano eco interiore".
Solo dopo tanta esperienza in questo lavoro, ho appurato quanto avesse ragione.

Viviamo in un mondo caotico e frenetico, spinti a riempire ogni frammento di silenzio, ritenendolo quasi imbarazzante. In musica, questo si traduce in un costante tentativo di colmare i vuoti: si applaude, si parla, si incoraggia, si imita il bambino, privandolo di quel sacro momento di "non-suono" che è alla base dello sviluppo del suo pensiero musicale.
Il silenzio infatti è in tutti i campi il punto di partenza del procedimento di assimilazione delle informazioni e degli stimoli raccolti dal mondo esterno.
Il mio consiglio è dunque di rispettare i momenti di silenzio con i vostri bambini, di imparare ad osservarli mentre rielaborano, ascoltano i loro pensieri, imparano, crescono!

Mio figlio maggiore studia danza e mi capita spesso di vederlo "zampettare" per casa anche se non c'è musica in sottofondo. Un giorno gli ho chiesto cosa stesse ballando e lui mi ha risposto: «Il mio pensiero!»


©Anna Fenoglio - Crescendo in musica