Favorire lo sviluppo del linguaggio musicale - consiglio 9.

"Rispecchiate ogni emissione vocale dei vostri bambini"

Ai vostri bambini non avete insegnato a parlare attraverso lezioni frontali di grammatica ed analisi logica. Avete parlato con loro. Avete letto dei libri e raccontato milioni di favole. Probabilmente avete sottolineato le loro lallazioni, i loro balbettii, i loro versetti. Li avete imitati, registrati, ascoltati.
I bambini usano storpiare il linguaggio non solo quando non riescono ancora a parlare correttamente, ma anche per costruire un mondo a parte, di cui scegliere chi può far parte. E psicologicamente è importantissimo non correggerli, ma rispecchiarli, per far parte con loro di quella magia.

La stessa magia si ripete in musica, con le prime lallazioni sonore, i primi scambi vocali di quella che sarà una nuova relazione con voi. Come in ogni fase di crescita, è importante che l'adulto sostenga il bambino, rispecchiandolo e guidandolo.
Quando ascoltate musica con i vostri figli, sarà probabile che essi inizino a produrre vocalizzazioni. Non aspettatevi emissioni vocali accurate, intonate, simili alla fonte da cui traggono ispirazione: tutte queste caratteristiche richiedono tempo e costanza e si conquistano un passo alla volta, nel cammino musicale che vorrete fargli compiere.

Siate dunque indulgenti ed accogliete con gioia ed amore i loro sforzi: rispecchiando i loro vocalizzi, consoliderete la loro autostima. Si sentiranno così più legittimati a riprovare nel tentativo. Solo grazie a questi episodi, i bambini acquisteranno fiducia e si concederanno la possibilità di sbagliare, imparare e crescere.

Mi capita spesso di cantare con i miei figli. Per gioco, per passatempo. Laddove il maggiore possiede già un'intonazione sufficientemente accurata, il piccolino è ancora alla ricerca della propria identità musicale. Adoro sentirlo canticchiare e tentare di indovinare quale musica abbia in mente. Allora inizio a rispecchiarlo e diventa un gioco: lui cambia motivo, io e il fratello gli andiamo dietro, lui ride e cambia ancora...e così improvvisiamo, componiamo, inventiamo, giochiamo...cresciamo, insieme!

© Anna Fenoglio – Crescendo in Musica