Marta Rampoldi

Si avvicina al canto sin da piccola, entrando a far parte all’età di sei anni del coro parrocchiale The Angels’ Chorus, di cui ancora oggi fa parte e che le ha dato l'opportunità di esibirsi al Teatro Giuditta Pasta di Saronno, oltre che in eventi quali la celebrazione della Giornata della Memoria nel gennaio 2019, a fianco del coro Col Hokolot, della comunità ebraica di Milano
A 8 anni si avvicina anche al pianoforte, ma il suo interesse musicale di concentra quasi subito interamente sul canto. Nel 2012 entra infatti come mezzosoprano nel coro del Liceo Linguistico Legnani di Saronno, diretto dal Maestro Alessandro Cadario. Grazie a questa esperienza, conosce il modello didattico musicale del Maestro Abreu, “El sistema”,  portato in Italia dal geniale Claudio Abbado e che è volto alla creazione di orchestre e cori giovanili. In tali contesti partecipa a concerti ed eventi musicali con Maestri d'eccezione quali Ennio Morricone e cantando su palcoscenici importanti, come quelli del Teatro dal Verme di Milano, del Teatro degli Arcimboldi di Milano e del Teatro Coccia a Novara.
IMG_8371 1JPG

Dal 2015 è mezzosoprano stabile del Coro da camera Hebel, nato come prosecuzione  dell’esperienza scolastica, sempre diretto dal Maestro Cadario.  Con tale coro ha vinto diversi
concorsi, tra cui il concorso corale “Seghizzi” (Gorizia, 2017) e la 52° edizione del Concorso Nazionale Corale “Trofei città di Vittorio Veneto” (2018). Insieme al coro, inoltre, appare in alcuni programmi televisivi, tra cui “Stasera a casa Mika” (Rai Due) e “Dieci Cose” (Rai Uno), durante il quale canta un originale arrangiamento del celebre brano “Almeno tu nell’universo” accompagnata al pianoforte del Maestro Maurizio Fabrizio.
Nel 2017 partecipa all’opera pop sul ghiaccio “Intimissimi on Ice”, all’Arena di Verona, entrando in contatto con artisti come Andrea Bocelli e il regista Damiano Michieletto.
Sempre nel 2017 incide insieme al coro Hebel il disco “Vox Pop”.
Studia attualmente "Musica e Spettacolo" alla facoltà di Beni Culturali dell'Università di Milano.
Parallelamente all'impegno preso con il Maestro Cadario, coltiva la passione peril musical, prendendo parte, dal 2005, a diversi spettacoli insieme ad una compagnia amatoriale di giovani studenti di musica.